La Piattaforma di gioco risiede presso una Software Farm in locali protetti a norma di legge contro qualsiasi accesso non autorizzato. La Piattaforma è direttamente collegata ai Server di gioco attraverso canali di comunicazione criptati.

La Piattaforma è inoltre collegata direttamente con i Sistemi di controllo SOGEI (società di ICT del Ministero dell'Economia e delle Finanze), in modo da verificare l'autenticità delle informazioni (dati trasmessi) su ogni singola giocata.

Il Sistema, non scrive né su log testuali né su Database alcuna informazione circa le giocate correnti, impedendo a chiunque (anche allo staff del Concessionario) di visualizzare ad esempio le carte dei giocatori durante le partite in corso. Il Sistema ne consente però il controllo a posteriori (anche a distanza di mesi e anni), consentendo di verificare eventuali reclami da parte dei giocatori su irregolarità o frodi.

RANDOM NUMBER GENERATOR (RNG)

Premettiamo subito che un computer, in quanto macchina assolutamente priva di arbitrio (ovvero deterministica), non è in grado di generare dei numeri casuali nel senso letterale del termine. Quello che si può fare è realizzare un algoritmo che generi una sequenza di numeri avente le stesse proprietà statistiche di una sequenza di numeri casuali.

Agli effetti pratici la sequenza generata ha lo stesso valore di una sequenza realmente casuale, ma il fatto che si utilizzi un algoritmo implica che è possibile ricreare la stessa sequenza fornendo all'algoritmo lo stesso valore iniziale (chiamato appunto seme). Pertanto è più corretto parlare di generatori di numeri pseudo-casuali anziché di numeri casuali veri e propri.

La nostra distribuzione delle carte è gestita da un generatore di numeri casuali che si basa sull'algoritmo sottrattivogeneratore di numeri casuali di Donald E. Knuth, secondo l'implementazione corrente della classe random utilizzata da Microsoft C#. L'algoritmo da noi utilizzato è noto in letteratura e la sua "bontà", nel senso che genera una sequenza con le stesse proprietà statistiche di una sequenza casuale, è stata dimostrata, con i test statistici del caso.

L'algoritmo è stato inoltre testato e approvato da:

  • Microsoft
  • AAMS (Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato)

LA DISTRIBUZIONE DELLE NOSTRE CARTE SI PUO' QUINDI RITENERE CASUALE (RANDOMICA) ED E' STATA CERTIFICATA DA APPOSITO ENTE CERTIFICATORE COME DA DISPOSIZIONI AAMS.

Eventuale approfondimento sul generatore di numeri pseudo casuali:

Rappresenta un generatore di numeri pseudo-casuali, una periferica che produce una sequenza di numeri che soddisfano determinati requisiti statistici di casualità. I numeri pseudo-casuali sono selezionati con uguale probabilità da un gruppo finito di numeri.  I numeri selezionati non sono completamente casuali, poiché un algoritmo matematico definito viene utilizzato per selezionarli, ma sono sufficientemente casuali per essere utilizzati per scopi pratici.  L'implementazione corrente della classe Random si basa sull'algoritmo sottrattivo generatore di numeri casuali di Donald E. Knuth.

Per ulteriori informazioni, vedere D. E. Knuth. "The Art of Computer Programming, volume 2: Seminumerical Algorithms". Addison-Wesley, Reading, MA, second edition, 1981. La generazione casuale di numeri inizia da un valore di inizializzazione. Se lo stesso valore di inizializzazione, (seme), è utilizzato ripetutamente, viene generata la stessa serie di numeri.

Un modo per produrre sequenze diverse consiste nel rendere il valore di inizializzazione dipendente da un fattore temporale, producendo così una diversa serie a ogni nuova istanza di Random. Per impostazione predefinita, il costruttore senza parametri della classe Random utilizza l'orologio del sistema, ( clock di sistema),  per generare il valore di inizializzazione. Tuttavia, poiché il clock ha una risoluzione limitata, l'utilizzo del costruttore senza parametri per creare oggetti Random diversi in stretta successione dà origine a generatori di numeri casuali che producono sequenze identiche di numeri casuali. Ad esempio può accadere che a distanza di pochissimi centesimi di secondo si generino due mani di carte uguali, per ovviare a tale inconveniente si utilizza un correttore che prende in esame e associa più stringhe di tempo di valore più lungo.

MALFUNZIONAMENTI

Eventuali malfunzionamenti del Sistema vengono gestiti come segue:

  • POKER

1° CASO: Nessun giocatore già premiato
(Ad esempio se vengono premiati i primi 10 classificati ed il sistema va in blocco quando sono ancora attivi 25 giocatori)

A tutti i giocatori ancora attivi al momento dell'interruzione del servizio, sarà rimborsata l'intera quota del dititto di partecipazione a cui sarà aggiunta una quota del montepremi residuo eventuale (montepremi totale – quote del diritto di partecipazione rimborsate) stabilita secondo la formula di assegnazione dei premi denominata Split (Vedi capitolo "Regole di determinazione ed assegnazione delle vincite"):
(Montepremi residuo)/(chip totali)X(Chip del singolo giocatore).

Qualora il montepremi non sia sufficiente per il totale rimborso delle quote dei diritti di partecipazione il titolare di sistema interverrà con mezzi propri ad integrazione della cifra mancante. ESEMPIO: in torneo con 100 partecipanti e diritto di partecipazione 1 € al momento della partenza del torneo il montepremi è calcolato in 80 €. Quando sono ancora attivi 95 giocatori il sistema si blocca, quindi calcolando in base al montepremi non sarebbe possibile rimborsare ai giocatori l'intera quota del diritto di partecipazione; in tal caso il titolare di sistema interverrà con mezzi propri per la differenza ovvero 15€ (95 giocatori con diritto di rimborso di 1 € = 95 € - 80 € = 15 €).

2° CASO: Uno o più giocatori già premiati
(Ad esempio se vengono premiati i primi 10 classificati ed il sistema va in blocco quando sono ancora attivi 5 giocatori)

A tutti i giocatori ancora attivi al momento dell'interruzione del servizio sarà rimborsata una quota del montepremi pari al premio che otterrebbe il primo giocatore eliminato tra quelli ancora attivi (nel caso in esempio il 5° premio) a cui sarà sommata una quota del montepremi residuo stabilita secondo la formula di assegnazione dei premi denominata Split (Vedi capitolo "Regole di determinazione ed assegnazione delle vincite"):
(Premio dovuto al primo eliminato eventuale dei giocatori ancora attivi) + (Montepremi Residuo)/(chip totali)X(Chip del singolo giocatore)

N.B.: Il montepremi residuo si calcola escludendo le quote di montepremi destinate ai vincitori che non risultano più attivi nella sessione di gioco (Giocatori a premio ma già eliminati) e la quota del premio dovuto al primo eliminato dei giocatori ancora attivi moltiplicato per il numero di giocatori attivi.

  • CASINO'

Nel caso in cui il gioco dovesse chiudersi in maniera non regolare (crash del browser o del computer, interruzione di energia elettrica…) al successivo login dell’utente verrà in automatico riproposta la sessione di gioco interrotta. Se l’utente non si riconnette al sistema entro 120 minuti (20 per il LIVE), l’eventuale credito residuo verrà riaccreditato sul suo conto gioco e la sessione verrà considerata conclusa.